Radio Notte Stereo web

....la tua radio...

Radio Notte Stereo web

....la tua radio...

Redazione Sport 

Di Cesare VENTRE 

Lecce  Spezia  2 - 1

Superando lo Spezia per 2-1, il Lecce, guidato da Liverani e' ritornato in serie A. Di Petriccione e La Mantia le due reti dei leccesi, di Capradossi il gol degli spezini. Doppia promozione quella dei salentini che sono stati protagonisti di due promozioni consecutive. Grande campionato quello dei giallorossi che sono sempre stati i protagonisti indiscussi insieme al Brescia. Ora si aspetta l'altra formazione che giocherà insieme a Brescia e Lecce nella massima serie. Il Palermo è il favorito ma buone le speranze dei beneventani che non vogliono mollare! Staremo a vedere.

Redazione Sport 

Di Cesare  VENTRE 

Il calcio che conta, parla solo inglese e dopo Liverpool e Tottenham che si affronteranno a Madrid nella finale di Champions League, ecco Arsenal e Chelsea che si affronteranno a Baku nella finale di Europa League. Quest'ultima per giunta non è solo tutta inglese, ma anche tutta londinese! Un derby! Gli uomini di Sarri anche se a fatica e ai calci di rigore sono riusciti ad avere la meglio sull' Eintracht di Francoforte. L'arsenal invece ha liquidato senza nessuna difficoltà un piccolo Valencia. Una settimana indimenticabile per il calcio inglese che ora può pavoneggiarsi in quanto ha già vinto i due titoli più prestigiosi messi in palio dalla Uefa. C'è comunque una riflessione da fare e che è doverosa visto che Sarri, Pochettino e Klopp di inglese hanno soltanto l'ingaggio. L'Inghilterra che vince ma con un calcio che e' davvero inglese?

Redazione Sport 

Di Cesare VENTRE

Tottenham  Ajax   2 - 3

E' stata ancora una volta la partita che ti tiene con il fiato sospeso fino all'ultimo minuto! Ancora una volta e soprattutto dopo le reti messe a segno per i lancieri da De Ligt e Ziyech. Forse proprio per questo e' stata la partita dell'impossibile! Quelle che ti rimangono nella mente perché racchiudono la voglia e la grinta, la determinazione di chi non vuole mollare. Però soprattutto e' stata la notte di Moura! Si era detto tanto delle assenze degli Spurs, una su tutte quella di Harry Kane. Anche ieri assenze importanti nel Liverpool e obiettivo raggiunto in pieno. Questo sta a significare che il calcio e' mentalità e non questo o quello! Sarà la finale che quasi nessuno si aspettava, il Liverpool contro il Tottenham  l'ultimo atto della Champions League edizione 2018-2019 che andrà in scena a Madrid vedrà protagonista il calcio inglese!

Redazione Sport 

Di Cesare Ventre 

Liverpool  Barcellona  4 - 0

Eppure sembrava impossibile, soprattutto per le "pesanti" assenze di Firmino e Salah. Eppure, Anfield e' un cuore che batte e da il coraggio al Liverpool di crederci ancora! Di scrivere una favola sul palcoscenico di un teatro prestigioso come quello di Anfield. Una rimonta da brividi, un qualcosa che viaggia tra sogno e realtà. Due doppiette a stendere il Barca, quella di Wijnaldum e quella di Origi. Il Barcellona già stordito, e soprattutto umiliato, nemmeno un lontano parente dello squadrone ammirato soltanto una settimana fa. Cosi anche la Spagna depone le armi e all'orizzonte la possibilità di una finale tutta inglese.

Redazione Sport 

Di Cesare Ventre 

Milan  Bologna   2 - 1

Il Milan la spunta sul Bologna, e ritorna in corsa per un piazzamento in Champions League, ma la vittoria viene macchiata dalla lite tra Gattuso e Bakayoko al 23' minuto, quando il calciatore chiamato in causa, sosteneva di non essere pronto all'uso. Ecco le parole di Leonardo sulla questione: "Bakayoko? Non vogliamo fare un processo pubblico. Ha tante cose positive come ragazzo ma se sbaglia paga, il Milan non può essere toccato. Noi come uomini passiamo ma il Milan resta, va protetto come società perché ci sarà sempre". Gattuso invece ringhia e promette al calciatore una lavata di testa! Magari in uno stanzino dove Bakayoko dovrà guardare negli occhi il suo Mister e capire che il calcio è fatto anche di gerarchie.

Redazione Sport

Di Cesare Ventre 

Avellino  Torres  3 - 1

Diretti dal fischietto del Sig. Cavaliere di Paola, assistito dal Sig. De Vellis di Frosinone e il Sig. Rocca di Isernia, sono scese in campo Avellino e Torres con le seguenti formazioni e sistemi di gioco. L'Avellino schierato con un sistema di gioco 4-4-2 e che vedeva a difendere i pali Viscovo, Betti, Morero, la Dionisi, Parisi; Tribuzzi, Matute "che al 40′ del st ha lasciato per Buono" Di Paolantonio, Da Dalt che "dal 29′ del st ha lasciato spazio a Ciotola;" Sforzini che e' uscito al 20′ st per Alfageme , De Vena che al 34 del st ha lasciato per Gerbaudo. A disp.: Lagomarsini, Mentana, Carbonelli, Omohonria, Dondoni. All.: Bucaro l La Torres invece si è schierata con un 3-4-1-2 e Cancelli tra i pali. Peana, Romeo, Lazazzera cheal 23′ del st ha lasciato per Piriottu; D’Alessandro che al 32′ st ha dato spazio a Minutolo, Bianco 6, Piga che al 35′ st ha dato spazio a Lauria, Pinna 5; Demartis 6.5 e dal 43 del′ st ha dato spazio a Decarolis; Sarritzu che da del st ha dato spazio a Camill, Salata 6. A disp.: De Pietto, Piana, Saba, Spinola. All.: Riolfo I lupi sia in campo che sugli spalti giocavamo ad Avellino, ma aspettavano notizie dal campo del Lanusei dove oggi era ospite il Budoni! E quando su tutti e due i campi giunge il triplice fischio; ecco quello che due mesi fa sembrava incredibile!!! Grazie al pareggio tra Lanusei e Budoni e la vittoria dei lupi sulla Torres il primato tra Lanusei e Avellino e' in condominio! Le due compagini finalmente a pari punti, ma non solo, c'è anche il record della precedente Serie D e la voglia e il carattere di suonare la riscossa che ha sbriciolato una Torres, si battagliera ma oggi chiunque doveva togliersi dai piedi! Che sia ben chiaro, il risultato è venuto grazie alla qualità del gioco perché lo sappiamo che la grinta e la volontà non bastano! E cosi poco importa la falsa partenza che ha visto Viscovo protagonista in negativo, ma anche ancora un Dionisi distratto che ha concesso troppa libertà a Demartis, un nome poco gradito ad Avellino ed ecco il momentaneo 1-0 della squadra rossoblù. Però, i due esterni Betti e Parisi si sono dimostrati Impeccabili sia nells fase difensiva che nella fase costruttiva, bravissimo anche capitan Morero, che oggi è stato un vero e proprio leader trasmettitore di carisma. Insomma la squadra funziona e anche Da Dalt e Tribuzzi che va on rete, Matute e Di Paolantonio giocano alla grande in mezzo al campo. In avanti De Vena torna ad essere decisivo anche se sbaglia anche tantissimo e Ciotola che subito entra nel vivo e diventa decisivo mettendola dentro. Bravi anche Sforzini e Alfageme che hanno giocano per la squadra. Questa sera i lupi festeggiano il primato e vedono all'orizzonte uno spareggio che sembrava impossibile! Complimenti a Bucaro e i suoi numeri impressionanti.

Redazione Sport 

Di Cesare Ventre 

Forsinone  Napoli  0  - 2

Mettendo al tappeto un modesto Frosinone, il Napoli si getta alle spalle, un periodaccio che ha visto gli uomini di Ancelotti fuori dall’Europa League e troppo piccoli nei confronti dell'Arsenal. Un Napoli sconfitto in casa contro l’Atalanta e oggi finalmente Ancelotti può sorridere e pensare soprattutto alla prossima stagione. Forse la partita più interessante sarà quella con il Presidente per mettere su un Nspoli davvero competitivo. Questa vittoria infatti non ha placato la rabbia degli ultras che hanno fischiato e di santa ragione la squadra.

Redazione Sport 

Di Cesare Ventre 

Amiens-Strasburgo e' una gara tra la decima e la diciassettesima in classifica della Ligue 1 e fino a qui tutto calza a pennello ed è routine! Però, ecco che quella routine diventa una vera e propria rivoluzione, quando ad arbitrare l'incontro in questione sarà una donna e per la prima volta in un massimo campionato. Si chiama Stephanie Frappart e la gara si giocherà domenica. La giacca nera in questione ha 35 anni, ma arbitra da ben 22 anni, visto che ha impugnato il primo fischietto quando era una adolescente di 13 anni. Non c'è nulla da fare, ogni rivoluzione parte sempre dalla Francia! Un popolo che in un modo o nell'altro deve sempre rompere gli schemi proponendo cambiamenti che possono essere si discutibili ma in questo caso sono già storia!

Redazione Sport

Di Cesare Ventre 

Napoli Arsenal  0 - 1

I tifosi del Napoli hanno goduto per la sconfitta della Juventus, quelli della Juventus hanno riso dell'eliminazione del Napoli e così mentre il calcio italiano langue si ride di una triste realtà: Nessuna squadra italiana e' giunta nelle semifinali delle competizioni europee Europa League e Champions League. Nella gara di ritorno dei quarti di Europa League, infatti, il Napoli cade contro l'Arsenal e dice addio alla competizione. Dopo il 2-0 di Londra, i Gunners passano anche al San Paolo grazie a una punizione di Lacazette al 36': il francese sorprende un impreparato e ingenuo Meret che poi salva evitando il raddoppio! La squadra e' uscita tra i fischi e molti non sono più convinti delle qualità di Ancelotti.

Redazione Sport

Di Cesare Ventre 

Lupa Roma  Avellino 1 - 2

Nel preciso istante in cui, su tutti i campi era giunto l'inesorabile triplice fischio nel girone G del campionato di Serie D, si delineava nella zona alta della classifica questa situazione! il Lanusei chiamato al difficile impegno contro l'ottimo Trastevere, toppava condannato dal gol di Renzi che fa pendere dalla parte dei romani l'intera posta! E se crolla il Lanusei, non lo imita l'Avellino. La squadra di Bucaro, senza esitazioni ha sfruttato l'occasione espugnando il campo della Lupa Roma. Con questo risultato l'Avellino e' ora a -2 dalla sospirata Serie C. Adesso, dietro a Lanusei e Avellino ci sono Il Trastevere e il Latte Dolce, esultanti per la matematica qualificazione ai prossimi playoff. Dovrà mettercela tutta invece il Monterosi che esce sconfitto in rimonta contro un eccellente Aprilia e ora a meno due dal Cassino, stoppato in casa dal Castiadas.

Redazione Sport

Di Cesare Ventre 

Manchest City    4

Tottenham         3

Pronti via e subito City avanti! Sterling annulla il vantaggio del Tottenham dell'andata. Però nessun dorma perché nei sei minuti che seguono ecco un uno-due micidiale di Hueng- Won Son e Tottenham di nuovo in paradiso. Però come detto in precedenza: nessun dorma e un minuto dopo Sterling pareggia. Undici minuti con quattro reti dovute a capovolgimenti di fronte e squadre lunghe. Spettacolo o difese che fanno acqua? Al pubblico piace e va bene cosi! Il pari sta bene agli Spurs ma non a Guardiola e al minuto 23 ecco ancora Sterling a rimettere in gioco il City. Però Continuano i capovolgimenti di fronte e ogni tattica ormai è andata al diavolo perché il City non è ancora qualificato, serve un altro gol e il Tottenham comunque gioca a viso aperto e nonostante la perdita di Sissoko continua a spingere sull'acceleratore e si rende spesso pericoloso proprio con il nuovo entrato Llorente. Nessun dorma e si sveglia Aguero che al minuto 59 la mette dentro! In quel preciso istante il City e' in semifinale! Però! Nessun dorma e il Totthenam con Llorente risale in quota e con il gol numero tre e' di nuovo dentro ed è il 73'. Finale convulso con un gol annullato al City proprio nel finale. Ancora una volta il ricco resta a guardare la Champions da lontano! Gli sceicchi hanno dato tanto economicamente ma non hanno vinto nulla, l'Ajax, il Tottenham e il Liverpool sono la dimostrazione che non si vince solo spandendo milioni di euro a destra e manca! Il Totthenam e soprattutto l'Ajax le due che non ci aspettavamo, sarebbe davvero belle vederle contro in finale.

Redazione Sport

DI Cesare Ventre 

Barcellona  Manchester  3 - 0

E' un Manchester United troppo piccolo per un Barcellona tornato grande e con un Messi Superlativo! Già al 16' il fuoriclasse argentino da a capire che non c'è storia e infila la porta difesa da De Gea. Jones, Young e company proprio non ce la fanno ad arginare Messi e solo quattro minuti dopo De Gea deve raccogliere il pallone finito alle sue spalle! I red capiscono che in quel preciso istante non c'è più nulla da fare in quanto il Barcellona oltre ad essere due sopra tiene palla in modo egregio e ha vinto anche all'andata senza subire reti. Così nella ripresa Coutihno ribadisce quella superiorità e al 61' la mette per la terza volta alle spalle di De Gea. Un vero e proprio gioco da ragazzi per il Barca che sembra tornato quello di qualche lustro fa. Pogba nulla di eccezionale, forse a boicottare gli allenatori non si cresce affatto e alla fine tutti i nodi vengono al pettine! Viste le eliminazioni di Manchester e Juventus sembrava quasi la notte di Mourinho! Per adesso Ajax e Barcellona avanti ora aspettiamo le altre due ed è ancora possibile una finale tutta inglese!

Redazione Sport

Di Cesare Ventre 

Juventus  Aiax  1 - 2

L'Ajax a Torino ha vinto e ha convinto. Grande ritmo e intensità e soprattutto convinzione dei propri mezzi. Così, dopo il gol illusorio di CR7 in campo c'è stata una sola squadra e non era la Juventus. De Ligt ha gelato lo Stadium e spazzato un sogno che ora più che mai sembrava vicino! A nulla e' servito l'innesto di Kean nella seconda frazione di gioco, di fronte alla Juve c'era uno squadrone che giocava un calcio spumeggiante e che alla fine ha dimostrato di non essere più in incognita ma una bella realtà del calcio mondiale. Peccato per la Juventus e bentornati lancieri, il calcio ha bisogno di calcio champagne!

Redazione Sport

Di Cesare Ventre 

Philippe Gilbert , ormai è l'uomo senza tempo e senza età, nonostante la carta d'identità dice 37 anni. Il vallone della Deceuninck-QuickStep ha vinto l'edizione 117 della Parigi-Roubaix. Emozionante nel velodromo il sorpasso in volata su Nils Politt giunto secondo. Philippe Gilbert ha dominato in lungo e in largo i 257 chilometri dell’Inferno del Nord e infila la la 75esima perla, di una collana straordinaria.

Redazione Sport

Di  Cesare Ventre 

Frosinone  Inter  1 - 3

L'Inter a Frosinone per blindare il terzo posto e mantenere il Milan a meno 5. Il Frosinone veniva da due vittorie con Parma e Fiorentina. Lautaro Martinez resta in panchina, Icardi invece è in campo dal primo minuto. Nainggolan finanente il migliore in campo dopo una stagione anonima e il belga la sblocca al 19' minuto. Perisic invece la raddoppia di rigore al 37' dopo un fallo ingenuo in area sullo slovacco Skriniar. Il primo tempo finisce cosi, e nella ripresa al 61' Cassata batte un incerto Handanovic, la solita papera che riapre i giochi. Si giunge nel recupero e a blindare il risultato e' ancora una volta Vecino assistito da Icardi. Finisce 1-3 a Frosinone e l'Inter c'è.

Redazione Sport

Di Cesare Ventre 

Chievo Verona  Napoli 1- 3

Il ciclone Napoli investe Verona e Koulibaly diventa bomber per un giorno! Il francese apre le marcature al 15' assistito dal belga Mertens. Termina la prima frazione di gioco sullo zero-uno e nella ripresa, prima Milik al 64' e poi ancora Koulibaly all'81' mettono il risultato al sicuro. Al 90' Cesar sigla il gol della bandiera per i clivensi. Verona sorride agli uomini di Ancelotti, anche se la testa già e' catapultata all'impegno con l'Arsenal! Magari un Insigne meno in ombra potrebbe ribaltare la situazione? In bocca al lupo agli uomini di Ancelotti.

Redazione Sport

Di Cesare Ventre

Fiorentina  Bologna   0 - 0

Chi aspettava l'effetto Montella, magari e' rimasto leggermente deluso e bisognerà probabilmente attendere che i tempi siano maturi per vedere di nuovo una Fiorentina che possa sempre dire la sua con chiunque. Nel frattempo i viola collezionano il sedicesimo pareggio stagionale, che giunge, contro un Bologna rinato.